#valorinrete #campionatistudenteschicalcio

Vai al Social Wall

Progetto

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e la Federazione Italiana Giuoco Calcio al fine di sviluppare momenti di approfondimento e di confronto, creando sinergie e favorendo un’alleanza formativa tra la scuola, le istituzioni, la famiglia e le altre agenzie educative, intendono sviluppare specifiche attività ludico – sportive PER PROMUOVERE IL CALCIO E SENSIBILIZZARE I GIOVANI AL RISPETTO, ALLA CONDIVISIONE E ALL’INCLUSIONE.

In particolare si propone di realizzare nell’anno scolastico 2017-2018 un progetto sportivo denominato VALORINRETE – Campionati Studenteschi inerente la disciplina del Calcio a 5 e del Calcio a 11.

L’iniziativa è rivolta a tutti gli studenti, abili e diversamente abili, delle Scuole Secondarie di I e II grado di tutto il territorio nazionale, per la categoria maschile e femminile.

Campionati Studenteschi
Finali Nazionali
Montecatini Terme – 2017

guarda il video

#fairplaycontest 1° marzo 2018

scopri di più

SPORT

Torneo di calcio a 5 in tre fasi:
Istituto • Provinciale • Regionale

Torneo di calcio a 11 in quattro fasi:
Istituto • Provinciale • Regionale • Nazionale (solo Allievi - Alieve)

CONTEST

#fairplaycontest
Utile alla comprensione ed acquisizione dei valori positivi del giuoco calcio in modalità «social» ed interattiva rivolto a tutti gli studenti del territorio nazionale

Potranno aderire ai Campionati Studenteschi, Calcio e Calcio a 5, solo le scuole già iscritte, nei tempi e con le modalità dettate dal MIUR, sul portale sportscuola.gov.it.

Successivamente, ma entro e non oltre il 28 febbraio, basterà perfezionare l’iscrizione caricando la lista degli studenti partecipanti su valorinrete.it.

TORNEO DI CALCIO A 5 IN 3 FASI

Fase d'Istituto

Le squadre di ciascun istituto si confronteranno sul piano sportivo per determinare la vincitrice di ogni categoria (maschile e femminile).

Fase Provinciale

Le squadre vincitrici di ciascun istituto, per entrambe le categorie, disputeranno un torneo sportivo per decretare i vincitori a livello provinciale.

Fase Regionale

Le squadre vincenti di tutte le province disputeranno un torneo sportivo e competeranno per decretare i vincitori regionali.

Le squadre vincitrici a livello regionale (solo categoria cadette) verranno invitate dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio a partecipare ad un Torneo nell’ultima settimana di maggio 2018 durante le Finali Nazionali dei Campionati Giovanili FIGC di calcio a 5

TORNEO DI CALCIO A 11 IN 4 FASI

Fase d'Istituto

Le squadre di ciascun istituto si confronteranno sul piano sportivo per determinare la vincitrice di ogni categoria (maschile e femminile).

Fase Provinciale

Le squadre vincitrici di ciascun istituto, per entrambe le categorie, disputeranno un torneo sportivo per decretare i vincitori a livello provinciale.

Fase Regionale

Le squadre vincenti di tutte le province disputeranno un torneo sportivo e competeranno per decretare i vincitori regionali.

Fase Nazionale

Le squadre vincitrici a livello regionale, una maschile e una femminile, per le sole categorie Allievi e Allieve, si incontreranno a settembre a Senigallia per decretare i vincitori nazionali.

Attività Sportiva

Regolamento Sportivo – Scuole Secondarie di 1° Grado

Nella Fase d’Istituto
è compito degli stessi insegnanti responsabili del programma stilare il tabellone degli incontri (con la formula dei gironi o ad eliminazione diretta, in relazione al numero delle squadre partecipanti) e la classifica di categoria.

Nella Fase Provinciale
Il C.O.L. (Comitato Organizzatore Locale) stilerà un tabellone a eliminazione diretta o a gironi, che determinerà le squadre che parteciperanno alla fase provinciale. La finale stessa potrà prevedere un tabellone a eliminazione diretta o a gironi.

Nella Fase Regionale
Il C.O.R. (Comitato Organizzatore Regionale) stilerà un tabellone a eliminazione diretta o a gironi, che determinerà le squandre che parteciperanno alla fase regionale. La finale stessa potrà prevedere Un tabellone a eliminazione diretta o a gironi.

Calcio a 5
Le squadre vincitrici a livello regionale (solo categoria cadette) verranno invitate dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio a partecipare ad un Torneo nell’ultima settimana di maggio 2018 durante le Finali Nazionali dei Campionati Giovanili FIGC di calcio a 5

Per quanto non espressamente indicato si fa riferimento alle schede tecniche di 1° grado dei Campionati Studenteschi 2017/2018, scaricabili nel portale MIUR www.sportescuola.gov.it e disponibili di seguito.

Scheda Tenica Calcio a 5 - Maschile e Femminile

CALCIO A 5 Maschile e Femminile

Articolo 01 – Composizione squadre

Le squadre partecipanti sono composte ognuna da 10 giocatori, 5 dei quali scendono in campo (4 giocatori di movimento ed 1 in porta). Per essere a tutti gli effetti componenti della squadra, gli alunni/e devono vantare la frequenza scolastica.

Tutti i componenti la squadra devono obbligatoriamente essere inseriti nella lista.

Alle squadre che si presenteranno con un numero inferiore di atleti rispetto a quelli previsti, sarà comminata la punizione sportiva della perdita della gara con il risultato di 0 – 6.

Articolo 02 – Categorie

Categoria Cadetti ed Cadette: nati negli anni 2004 – 2005.

Articolo 03 – Tempi di Gioco

La durata delle gare è di 40 minuti suddivisi in 4 tempi da 10 minuti ciascuno.

Soltanto tra il 2° e il 3° tempo, si effettuerà un intervallo di 10 minuti con inversione del campo.

Articolo 04 – Impianti ed Attrezzature

Il campo di gioco ha le seguenti misure:

lunghezza max mt. 42 min 25; larghezza max mt. 25 min 15.

Misure delle porte. altezza mt. 2, larghezza mt. 3.

Le porte devono essere fissate al terreno.

Si gioca con un pallone di circonferenza massima di 64 cm minima 62 cm e del peso che varia da 390 a 430 grammi

Articolo 05 – Regole di base

Sia nel 1° che nel 2° tempo di gioco non sono ammesse sostituzioni se non in caso di infortunio.

All’inizio e alla fine del 2° tempo il direttore di gara dovrà verificare che tutti gli atleti/atlete di riserva, non impiegati nel 1° tempo, siano stati impiegati per disputare il 2° tempo di gioco per intero. Nel 3° e 4° tempo di gioco sono ammessi i cambi liberi.

Chi esce può rientrare, ad eccezione degli atleti/e espulsi dal direttore di gara.

Fatti salvi i casi di infortunio, alla fine dell’incontro tutti i giocatori devono aver giocato almeno un tempo, in caso contrario, alla squadra che avrà violato tale norma, verrà comminata la punizione sportiva della perdita della gara con il risultato di 0 – 6.

Le due squadre hanno la possibilità di richiedere un minuto di time-out per ogni tempo di gioco.

Articolo 06 – Abbigliamento

Il portiere deve indossare una maglia di colore diverso da quello dei compagni di squadra.

Il giocatore non deve indossare alcun oggetto che sia pericoloso per se e per gli altri giocatori (catenelle, braccialetti, anelli, orologi etc.).

Si precisa che per la disputa delle gare non è consentito l’utilizzo di scarpe da calcio (tacchetti in alluminio, tacchetti lamellari o similari).

Sono consentite soltanto calzature tipo scarpe da ginnastica, scarpe di  tela con suole in gomma o scarpe da calcetto. Per l’attività outdoor si consiglia l’utilizzo di scarpe per il  calcio a 5 outdoor, mentre per l’attività indoor si consiglia l’utilizzo di scarpe per il calcio a 5 indoor.

È obbligatorio l’uso dei parastinchi.

 Articolo 07 – Criteri di classifica

Nei tornei con formula di girone all’italiana, in caso di parità di punti, la squadra che passa al turno successivo è determinata nell’ordine dai seguenti criteri

  • in caso di parità tra due squadre, si tiene conto del risultato dello scontro diretto. In caso di ulteriore parità, si tiene conto della differenza reti ottenuta nel girone, in seguito del maggior numero di reti segnate, della classifica disciplina calcolata in base ai provvedimenti adottati nel torneo. Nel caso la parità persista, si tiene conto della minore età media dei giocatori ed eventualmente, in caso di ulteriore parità, si ricorre al sorteggio;
  • in caso di parità tra tre o più squadre, si tiene conto della classifica avulsa tra le squadre interessate, calcolando i punti conseguiti negli incontri diretti. A parità di punti si tiene conto della differenza reti negli stessi incontri. Nel caso in cui due o più squadre interessate permangano ancora in parità, si tiene conto, nell’ordine, della differenza reti negli incontri diretti tra le squadre interessate, della differenza reti ottenuta nel girone, in seguito del maggior numero di reti segnate nel girone, della classifica disciplina calcolata in base ai provvedimenti adottati nel Nel caso la parità persista, si tiene conto della minore età media dei giocatori ed eventualmente, in caso di ulteriore parità, si ricorre al sorteggio.

Tutto questo in deroga all’ art. 51 delle N.O.I.F..

La classifica disciplina verrà calcolata tenendo conto dei punteggi indicati nell’apposita tabella riportata all’interno del Comunicato Ufficiale n° 1 (pagg. 29 e 30) del Settore Giovanile e Scolastico s.s. 2017/18 pubblicato il 01/07/2017 e consultabile sul sito www.settoregiovanile.figc.it.

I punteggi sono così assegnati: 3 punti per la vittoria; 1 punto per il pareggio; 0 punti per la sconfitta.

 Articolo 08 – Arbitri

L’arbitro Federale può essere utilizzato unicamente dalle finali provinciali in poi, escludendo l’impiego della terna arbitrale. Nelle fasi precedenti per l’arbitraggio devono essere utilizzati esclusivamente insegnanti o arbitri scolastici.

Articolo 09 – Saluti

Gli insegnanti e gli alunni di ogni Istituto devono, all’inizio ed alla fine di ogni incontro, salutare il pubblico e stringersi la mano.

Articolo 10 – Norme Generali

Per quanto non espressamente indicato, si fa riferimento al regolamento del Giuoco del Calcio a 5 della F.I.G.C.

Scheda Tecnica Calcio a 7 - Femminile | Calcio a 11 - Maschile

CALCIO A 7 Femminile | CALCIO A 11 Maschile
NORME COMUNI

Articolo 01 – Regole di base

Sia nel 1° che nel 2° tempo di gioco non sono ammesse sostituzioni se non in caso di infortunio.

All’inizio e alla fine del 2° tempo il direttore di gara dovrà verificare che tutti gli atleti/atlete di riserva, non impiegati nel 1° tempo, siano stati impiegati per disputare il 2° tempo di gioco per intero. Nel 3° e 4° tempo di gioco sono ammessi i cambi liberi.

Chi esce può rientrare, ad eccezione degli atleti/e espulsi dal direttore di gara.

Fatti salvi i casi di infortunio, alla fine dell’incontro tutti i giocatori devono aver giocato almeno un tempo, in caso contrario, alla squadra che avrà violato tale norma, verrà comminata la punizione sportiva della perdita della gara con il risultato di 0 – 3.

Articolo 02 – Categorie

Categoria Cadetti ed Cadette: nati negli anni 2004 – 2005.

Articolo 03 – Abbigliamento

Il portiere deve indossare una maglia di colore diverso da quello dei compagni di squadra.

Il giocatore non deve indossare alcun oggetto che sia pericoloso per sè e per gli altri giocatori (catenelle, braccialetti, anelli, orologi, ecc.). Sono ammesse  calzature tipo scarpe da ginnastica e/o scarpe da gioco munite di tacchetti di gomma o plastica senza anima metallica.

È obbligatorio l’uso dei parastinchi.

Articolo 04 – Criteri di classifica

Nei tornei con formula di girone all’italiana, in caso di parità di punti, la squadra che passa al turno successivo è determinata nell’ordine dai seguenti criteri:

  • in caso di parità tra due squadre, si tiene conto del risultato dello scontro diretto. In caso di ulteriore parità, si tiene conto della differenza reti ottenuta nel girone, in seguito del maggior numero di reti segnate, della classifica disciplina calcolata in base ai provvedimenti adottati nel torneo. Nel caso la parità persista, si tiene conto della minore età media dei giocatori ed eventualmente, in caso di ulteriore parità, si ricorre al sorteggio;
  • in caso di parità tra tre o più squadre, si tiene conto della classifica avulsa tra le squadre interessate, calcolando i punti conseguiti negli incontri diretti. A parità di punti si tiene conto della differenza reti negli stessi incontri. Nel caso in cui due o più squadre interessate permangano ancora in parità, si tiene conto, nell’ordine, della differenza reti negli incontri diretti tra le squadre interessate, della differenza reti ottenuta nel girone, in seguito del maggior numero di reti segnate nel girone, della classifica disciplina calcolata in base ai provvedimenti adottati nel Nel caso la parità persista, si tiene conto della minore età media dei giocatori ed eventualmente, in caso di ulteriore parità, si ricorre al sorteggio.

Tutto questo in deroga all’ art. 51 delle N.O.I.F..

  • La classifica disciplina verrà calcolata tenendo conto dei punteggi indicati nell’apposita tabella riportata all’interno del Comunicato Ufficiale n° 1 (pagg. 29 e 30) del Settore Giovanile e Scolastico s.s. 2017/18 pubblicato il 01/07/2017 e consultabile sul sito www.settoregiovanile.figc.it.

Ogni vittoria vale in classifica punti 3, ogni pareggio punti 1, ogni sconfitta punti 0.

Articolo 05 – Arbitri

L’arbitro Federale può essere utilizzato unicamente dalle finali provinciali in poi, escludendo l’impiego della terna arbitrale. Nelle fasi precedenti per l’arbitraggio devono essere utilizzati esclusivamente insegnanti o arbitri scolastici.

Articolo 06 – Saluti

Gli insegnanti e gli alunni di ogni Istituto devono, all’inizio ed alla fine di ogni incontro, salutare il pubblico e stringersi la mano.

Articolo 07 – Norme Generali

Per quanto non espressamente indicato, si fa riferimento al regolamento del Giuoco del Calcio della F.I.G.C.

CALCIO A 7 Femminile

Articolo 08 – Composizione delle squadre

Squadre composte da 10 giocatrici, 7 delle quali scendono in campo (6 giocatrici di movimento ed 1 in porta). Per essere a tutti gli effetti componenti della squadra, gli alunni/e devono vantare la frequenza scolastica.

Tutti i componenti la squadra devono obbligatoriamente essere inseriti nella lista.

Alle squadre che si presenteranno con un numero inferiore di atleti rispetto a quelli previsti, sarà comminata     la punizione sportiva della perdita della gara con il risultato di 0 – 3.

Articolo 09 – Regole

Non esiste il fuorigioco.

 Articolo 10 – Tempi di gioco

4 tempi di 10 minuti senza intervallo fra 1° e 2°  e fra 3° e 4°.

Tra il 2° e 3° tempo di gioco si effettuerà un intervallo di 10 minuti con inversione di campo.

Articolo 11 – Impianti ed attrezzature

Metà campo di un impianto di calcio  omologato.

Si gioca con il pallone n. 4.

 

CALCIO A 11 Maschile

Articolo 08 – Composizione delle squadre

Squadre composte da 14 giocatori, 11 dei quali scendono in campo (10 giocatori di movimento ed 1 in porta). Per essere a tutti gli effetti componenti della squadra, gli alunni/e devono vantare la frequenza scolastica.

Tutti i componenti la squadra devono obbligatoriamente essere inseriti nella lista.

Alle squadre che si presenteranno con un numero inferiore di atleti rispetto a quelli previsti, sarà comminata     la punizione sportiva della perdita della gara con il risultato di 0 – 3.

Articolo 09 – Tempi di gioco

4 tempi di 15 minuti senza intervallo fra 1° e 2°  e fra 3° e 4°.

Tra il 2° e 3° tempo di gioco si effettuerà un intervallo di 15 minuti con inversione di campo.

Articolo 10 – Impianti ed attrezzature

Campi di calcio  omologati. Si gioca con il pallone n. 5.

Regolamento Sportivo – Scuole Secondarie di 2° Grado

Nella Fase d’Istituto
è compito degli stessi insegnanti responsabili del programma stilare il tabellone degli incontri (con la formula dei gironi o ad eliminazione diretta, in relazione al numero delle squadre partecipanti) e la classifica di categoria.

Nella Fase Provinciale
Il C.O.L. (Comitato Organizzatore Locale) stilerà un tabellone a eliminazione diretta o a gironi, che determinerà le squadre che parteciperanno alla fase provinciale. La finale stessa potrà prevedere un tabellone a eliminazione diretta o a gironi.

Nella Fase Regionale
Il C.O.R. (Comitato Organizzatore Regionale) stilerà un tabellone a eliminazione diretta o a gironi, che determinerà le squandre che parteciperanno alla fase regionale. La finale stessa potrà prevedere Un tabellone a eliminazione diretta o a gironi.

Nella Fase Nazionale (Solo Calcio a 11 – Categorie Allievi e Allieve)
Nel mese di settembre, a Senigallia, s’incontreranno per un torneo di calcio a 11, tutti gli studenti appartenenti alle squadre campioni a livello regionale appartenenti alla sola categoria Allievi e Allieve. Il torneo prevederà una squadra vincitrice sia per la categoria maschile che per la categoria femminile.

Per quanto non espressamente indicato si fa riferimento alle schede tecniche di calcio a 5 e calcio a 11, di 2° grado dei Campionati Studenteschi 2017/2018, scaricabili nel portale MIUR www.sportescuola.gov.it e disponibili di seguito.

Scheda Tecnica Calcio a 5 - Maschile e Femminile

Articolo 01 – Composizione squadre

Le squadre partecipanti sono composte ognuna da 10 giocatori/rici, 5 dei quali scendono in campo (4 giocatori/rici di movimento ed 1 in porta). Per essere a tutti gli effetti componenti della squadra, gli alunni/e devono vantare la frequenza scolastica.

Tutti i componenti la squadra devono obbligatoriamente essere inseriti nella lista.

Alle squadre che si presenteranno con un numero inferiore di atleti rispetto a quelli previsti, sarà comminata la punizione sportiva della perdita della gara con il risultato di 0 – 6.

Articolo 02 – Categorie

Categoria Allievi ed Allieve: ragazzi e ragazze nati negli anni 2001 – 2002 – 2003 (2004 nei casi di studenti in anticipo scolastico).

Articolo 03 – Tempi di Gioco

  • CATEGORIA ALLIEVI:
    La durata delle gare è di 60 minuti suddivisi in 4 tempi da 15 minuti ciascuno. Soltanto tra il 2° e il 3° tempo, si effettuerà un intervallo di 15 minuti con inversione del campo.
  • CATEGORIA ALLIEVE:
    La durata delle gare è di 40 minuti suddivisi in 4 tempi da 10 minuti ciascuno. Soltanto tra il 2° e il 3° tempo, si effettuerà un intervallo di 10 minuti con inversione del campo.

Articolo 04 – Impianti ed Attrezzature

Il campo di gioco ha le seguenti misure: lunghezza max mt. 42 min 25; larghezza max mt. 25 min 15.

Misure delle porte. altezza mt. 2, larghezza mt. 3.

Le porte devono essere fissate al terreno.

Si gioca con un pallone di circonferenza massima di 64 cm minima 62 cm e del peso che varia da 390 a 430 grammi

Articolo 05 – Regole di base

Sia nel 1° che nel 2° tempo di gioco non sono ammesse sostituzioni se non in caso di infortunio.

All’inizio e alla fine del 2° tempo il direttore di gara dovrà verificare che tutti gli atleti/atlete di riserva, non impiegati nel 1° tempo, siano stati impiegati per disputare il 2° tempo di gioco per intero. Nel 3° e 4° tempo di gioco sono ammessi i cambi liberi.

Chi esce può rientrare ad eccezione degli atleti/e espulsi  dal direttore di gara.

Fatti salvi i casi di infortunio, alla fine dell’incontro tutti i giocatori devono aver giocato almeno un tempo, in caso contrario, alla squadra che avrà violato tale norma, verrà comminata la punizione sportiva della perdita della gara con il risultato di 0 – 6.

Non esiste fuorigioco.

Le due squadre hanno la possibilità di richiedere un minuto di time-out per ogni tempo di gioco.

Articolo 06 – Abbigliamento

Il portiere deve indossare una maglia di colore diverso da quello dei compagni di squadra.

Il giocatore non deve indossare alcun oggetto che sia pericoloso per sé e per gli altri giocatori (catenelle, braccialetti, anelli, orologi,  etc.).

Si precisa che per la disputa delle gare non è consentito l’utilizzo di scarpe da calcio (tacchetti in alluminio, tacchetti lamellari o similari);

Sono consentite soltanto calzature tipo scarpe da ginnastica, scarpe di  tela con suole in gomma o scarpe da calcetto.

Per l’attività outdoor si consiglia l’utilizzo di scarpe per il  calcio a 5 outdoor, mentre per l’attività indoor  si consiglia l’utilizzo di scarpe per il calcio a 5 indoor.

È obbligatorio l’uso dei parastinchi.

Articolo 07 – Criteri di classifica

Nei tornei con formula di girone all’italiana, in caso di parità di punti, la squadra che passa al turno successivo è determinata, nell’ordine, dai seguenti criteri:

  • in caso di parità tra due squadre, si tiene conto del risultato dello scontro diretto. In caso di ulteriore parità, si tiene conto della differenza reti ottenuta nel girone, in seguito del maggior numero di reti segnate, della classifica disciplina calcolata in base ai provvedimenti adottati nel torneo. Nel caso la parità persista, si tiene conto della minore età media dei giocatori ed eventualmente, in caso di ulteriore parità, si ricorre al sorteggio;
  • in caso di parità tra tre o più squadre, si tiene conto della classifica avulsa tra le squadre interessate, calcolando i punti conseguiti negli incontri diretti. A parità di punti si tiene conto della differenza reti negli stessi incontri. Nel caso in cui due o più squadre interessate permangano ancora in parità, si tiene conto, nell’ordine, della differenza reti negli incontri diretti tra le squadre interessate, della differenza reti ottenuta nel girone, in seguito del maggior numero di reti segnate nel girone, della classifica disciplina calcolata in base ai provvedimenti adottati nel torneo. Nel caso la parità persista, si tiene conto della minore età media dei giocatori ed eventualmente, in caso di ulteriore parità, si ricorre al sorteggio.

Tutto questo in deroga all’ art. 51 delle N.O.I.F..

La classifica disciplina verrà calcolata tenendo conto dei punteggi indicati nell’apposita tabella riportata all’interno del Comunicato Ufficiale n° 1 (pagg. 29 e 30) del Settore Giovanile e Scolastico s.s. 2017/18 pubblicato il 01/07/2017 e consultabile sul sito www.settoregiovanile.figc.it.

I punteggi sono così assegnati: 3 punti per la vittoria; 1 punto per il pareggio; 0 punti per la sconfitta.

 Articolo 08 – Arbitri

L’arbitro Federale può essere utilizzato unicamente dalle finali provinciali in poi, escludendo l’impiego della terna arbitrale. Nelle fasi precedenti per l’arbitraggio devono essere utilizzati esclusivamente insegnanti o arbitri scolastici.

Articolo 09 – Saluti

Gli insegnanti e gli alunni di ogni Istituto devono, all’inizio ed alla fine di ogni incontro, salutare il pubblico e stringersi la mano.

Articolo 10 – Norme Generali

Per quanto non espressamente indicato, si fa riferimento al regolamento del Giuoco del Calcio a 5 della F.I.G.C..

Scheda Tecnica Calcio a 11 - Maschile e Femminile

Articolo 01 – Composizione delle squadre

Squadre composte da 14 giocatori/rici, 11 dei quali scendono in campo (10 giocatori/rici di movimento ed 1 in porta). Per essere a tutti gli effetti componenti della squadra, gli alunni/e devono vantare la frequenza scolastica.

Tutti i componenti la squadra devono obbligatoriamente essere inseriti nella lista.

Alle squadre che si presenteranno con un numero inferiore di atleti rispetto a quelli previsti, sarà comminata la punizione sportiva della perdita della gara con il risultato di 0 – 3.

Articolo 02 – Categorie

Categoria Allievi ed Allieve: ragazzi e ragazze nati negli anni 2001 – 2002 – 2003 (2004 nei casi di studenti in anticipo scolastico).

Articolo 03 – Tempi di gioco

  • Calcio a 11 maschile:

La durata delle gare è di 80 minuti suddivisi in 4 tempi da 20 minuti ciascuno. Soltanto tra il 2° e il 3°         tempo, si effettuerà un intervallo di 10 minuti con inversione del campo.

  • Calcio a 11 femminile:

La durata delle gare è di 60 minuti suddivisi in 4 tempi da 15 minuti ciascuno. Soltanto tra il 2° e il 3° tempo, si effettuerà un intervallo di 10 minuti con inversione del campo.

 Articolo 04 –  Impianti ed attrezzature

Si gioca su campi di calcio  omologati.

Si gioca con il pallone n. 5.

 Articolo 05 –  Regole di base

Sia nel 1° che nel 2° tempo di gioco non sono ammesse sostituzioni se non in caso di infortunio.

All’inizio e alla fine del 2° tempo il direttore di gara dovrà verificare che tutti gli atleti/atlete di riserva, non impiegati nel 1° tempo, siano stati impiegati per disputare il 2° tempo di gioco per intero. Nel 3° e 4° tempo di gioco sono ammessi i cambi liberi.

Chi esce può rientrare ad eccezione degli atleti/e espulsi  dal direttore di gara.

Fatti salvi i casi di infortunio, alla fine dell’incontro tutti i giocatori devono aver giocato almeno un tempo, in caso contrario, alla squadra che avrà violato tale norma, verrà comminata la punizione sportiva della perdita della gara con il risultato di 0 – 3.

Le due squadre hanno la possibilità di richiedere un minuto di time-out per ogni tempo di gioco.

Articolo 06 –  Abbigliamento

Il portiere deve indossare una maglia di colore diverso da quello dei compagni di squadra.

Il giocatore non deve indossare alcun oggetto che sia pericoloso per sè e per gli altri giocatori (catenelle, braccialetti, anelli, orologi, ecc.).

È obbligatorio l’uso dei parastinchi.

Articolo 07 – Criteri di classifica

Nei tornei con formula di girone all’italiana, in caso di parità di punti, la squadra che passa al turno successivo è determinata nell’ordine dai seguenti criteri:

  • in caso di parità tra due squadre, si tiene conto del risultato dello scontro diretto. In caso di ulteriore parità, si tiene conto della differenza reti ottenuta nel girone, in seguito del maggior numero di reti segnate, della classifica disciplina calcolata in base ai provvedimenti adottati nel torneo. Nel caso la parità persista, si tiene conto della minore età media dei giocatori ed eventualmente, in caso di ulteriore parità, si ricorre al sorteggio;
  • in caso di parità tra tre o più squadre, si tiene conto della classifica avulsa tra le squadre interessate, calcolando i punti conseguiti negli incontri diretti. A parità di punti si tiene conto della differenza reti negli stessi incontri. Nel caso in cui due o più squadre interessate permangano ancora in parità, si tiene conto, nell’ordine, della differenza reti negli incontri diretti tra le squadre interessate, della differenza reti ottenuta nel girone, in seguito del maggior numero di reti segnate nel girone, della classifica disciplina calcolata in base ai provvedimenti adottati nel torneo. Nel caso la parità persista, si tiene conto della minore età media dei giocatori ed eventualmente, in caso di ulteriore parità, si ricorre al sorteggio.

Tutto questo in deroga all’ art. 51 delle N.O.I.F..

  • La classifica disciplina verrà calcolata tenendo conto dei punteggi indicati nell’apposita tabella riportata all’interno del Comunicato Ufficiale n° 1 (pagg. 29 e 30) del Settore Giovanile e Scolastico s.s. 2017/18 pubblicato il 01/07/2017 e consultabile sul sito www.settoregiovanile.figc.it.

Ogni vittoria vale in classifica punti 3, ogni pareggio punti 1, ogni sconfitta punti 0.

Articolo 08 – Arbitri

L’arbitro Federale può essere utilizzato unicamente dalle finali provinciali in poi, escludendo l’impiego della terna arbitrale. Nelle fasi precedenti per l’arbitraggio devono essere utilizzati esclusivamente insegnanti o arbitri scolastici.

Articolo 09 – Saluti

Gli insegnanti e gli alunni di ogni Istituto devono, all’inizio ed alla fine di ogni incontro, salutare il pubblico e stringersi la mano.

Articolo 10 – Norme Generali

Per quanto non espressamente indicato, si fa riferimento al regolamento del Giuoco del Calcio della F.I.G.C..

CLASSIFICHE E PREMI

Per i criteri di classifica si rimanda alle schede tecniche di primo e secondo grado dei “Campionati Studenteschi” scaricabili dal portale MIUR e disponibili di seguito.

Tutti i partecipanti alla Finale Nazionale (Allievi e Allieve Calcio a 11) riceveranno un completo da gioco PUMA.

FINALE NAZIONALE

  • 1° classificate, maschile e femminile, istituzioni scolastiche di II grado: medaglie d’oro e trofeo VALORINRETE – Campionati Studenteschi
  • 2° classificate, maschile e femminile, istituzioni scolastiche di II grado: medaglie d’argento e trofeo VALORINRETE – Campionati Studenteschi
  • 3°/4° classificate parimerito, maschile e femminile, istituzioni scolastiche di II grado: medaglie di bronzo.

I NUMERI

0 ISTITUTI
0 STUDENTI
0 INSEGNANTI

Comunicati

Al momento non sono presenti comunicati ufficiali.

Contatti

NAZIONALE
Responsabile Ufficio Attività Scolastica – Elisabetta Lauri
sgs.scolastica@figc.it – tel. 06 84913410

ABRUZZO
Delegata Regionale Attività Scolastica – Piera Liberati
scuola.abruzzosgs@figc.it

BASILICATA
Delegato Regionale Attività Scolastica – Mario Viggiani
scuola.basilicatasgs@figc.it

CALABRIA
Delegato Regionale Attività Scolastica – Giuseppe Luciano
scuola.calabriasgs@figc.it

CAMPANIA
Delegato Regionale Attività Scolastica – Ferdinando Manzi
scuola.campaniasgs@figc.it

EMILIA ROMAGNA
Delegato Regionale Attività Scolastica – Fausto Musiari
scuola.emiliaromagnasgs@figc.it

FRIULI VENEZIA GIULIA
Delegato Regionale Attività Scolastica – Stefano Tomasino
scuola.friuliveneziagiuliasgs@figc.it

LAZIO
Delegato Regionale Attività Scolastica – Claudio Ferri
scuola.laziosgs@figc.it

LIGURIA
Delegato Regionale Attività Scolastica – Branko Jolen
scuola.liguriasgs@figc.it

LOMBARDIA
Delegato Regionale Attività Scolastica – Stefano Giulian
scuola.lombardiasgs@figc.it

MARCHE
Delegato Regionale Attività Scolastica – Leonardo Maccioni
scuola.marchesgs@figc.it

MOLISE
Delegata Regionale Attività Scolastica – Teresa Felaco
scuola.molisesgs@figc.it

PIEMONTE/VALLE D’AOSTA
Delegata Regionale Attività Scolastica – Mirella Ronco
scuola.piemontevalledaostasgs@figc.it

PUGLIA
Delegato Regionale Attività Scolastica – Silvio de Frenza
scuola.pugliasgs@figc.it

SARDEGNA
Delegato Regionale Attività Scolastica – Toni Rodriguez
scuola.sardegnasgs@figc.it

SICILIA
Delegato Regionale Attività Scolastica – Vito Rando Mazzarino
scuola.siciliasgs@figc.it

TOSCANA
Delegato Regionale Attività Scolastica – Andrea Becheroni
scuola.toscanasgs@figc.it

UMBRIA
Delegata Regionale Attività Scolastica – Anna Maria Cesarini
scuola.umbriasgs@figc.it

VENETO
Delegato Regionale Attività Scolastica – Renato Del Torchio
scuola.venetosgs@figc.it

BOLZANO
Delegato Provinciale Attività Scolastica – Mauro Andolfato
scuola.bolzanosgs@figc.it

TRENTO – Delegato Provinciale Attività Scolastica – Diego Gennari
scuola.trentosgs@figc.it

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Seleziona il destinatario del tuo messaggio:

Assistenza Tecnica

logo1logo2Logo-Miur_Studenti-Sport_245x137logo5