-

Il progetto didattico sportivo per le Scuole Secondarie di I Grado per promuovere il calcio femminile.

iscrizioni chiuse

PROGETTO

OBIETTIVI:

  • Promuovere il gioco del calcio tra le bambine e dare loro l’opportunità di poter giocare in un ambiente familiare, insieme ai propri insegnanti e ai compagni di classe.
  • Formazione di carattere tecnico rivolta agli insegnanti ed ai tecnici della Società con cui l’istituto entrerà in convenzione. Il corso sarà tenuto da educatori/docenti del Settore Giovanile e Scolastico della FIGC e prevede attività pratica e attività teorica.
  • Dare l’opportunità alle ragazze di proseguire l’attività in orario extra-scolastico con la società in convenzione con l’Istituto.

DIDATTICA & SPORT:

Il percorso sportivo consiste in un Torneo di CALCIO A 5 FEMMINILE che coinvolge tutti gli Istituti iscritti al progetto. Gli Istituti vincenti a livello regionale verranno invitati alla finale nazionale che si svolgerà a settembre 2020.

Parallelamente al torneo sportivo, le squadre potranno seguire un percorso didattico e realizzare dei CONTRIBUTI CREATIVI utilizzando i contenuti e gli strumenti educativi e culturali presenti all’interno della loro Area Scuole. La partecipazione al percorso educativo è utile all’assegnazione della WILD CARD che permetterà ad una sola squadra di partecipare alla finale nazionale, indipendentemente dai risultati sportivi.

 

#UnGiocoDaRagazze

GLI ISTITUTI POTRANNO ISCRIVERSI AL PROGETTO INVIANDO UNA CANDIDATURA SPONTANEA SUL PORTALE VALORINRETE.IT ENTRO IL 20 GENNAIO 2020.
Le candidature degli Istituti verranno valutate da parte della FIGC nel mese di gennaio 2020.

Nella valutazione delle candidature si terrà conto dei seguenti criteri:

  • iscrizione dell’istituto al progetto della scuola Secondaria di I grado Valorinrete – Campionati Studenteschi – Calcio a 5 per la categoria Cadette;
  • presenza di strutture (impianto di gioco, palestra, ecc.) idonee allo sviluppo dell’attività tecnico-didattica prevista dal programma;
  • convenzione con società sportive di calcio affiliate alla FIGC presenti nel territorio;
  • aspetti logistico-organizzativi e partecipazione alle attività didattico-sportive del Settore Giovanile e Scolastico.

FORMAZIONE, DIDATTICA & SPORT

  • Il corso di formazione di carattere tecnico, per gli insegnanti ed i tecnici delle Società convenzionate, avrà una durata complessiva di 8 ore, suddiviso in lezioni teoriche, pratiche e di tirocinio.
  • Nei mesi di febbraio, marzo, aprile e maggio negli Istituti verrà svolta l’attività pratica, sviluppata e seguita dai tecnici FIGC, dagli insegnanti e dai tecnici della Società con cui l’Istituto entrerà in convenzione. Le ragazze avranno l’opportunità di estendere l’attività in orario extracurricolare nelle Società Sportive che avranno stabilito apposita Convenzione.
  • Il Torneo di CALCIO A 5 FEMMINILE si svilupperà in 4 fasi: istituto, provinciale, regionale e nazionale. Gli Istituti vincenti a livello regionale parteciperanno alla finale nazionale che si svolgerà a settembre 2020.
  • Parallelamente al torneo sportivo, le squadre potranno seguire un percorso didattico e realizzare dei CONTRIBUTI CREATIVI utilizzando i tool interattivi presenti all’interno della loro Area Scuole. Alla squadra/scuola che avrà svolto l’intero percorso e che sarà reputata la migliore a livello nazionale, verrà assegnata la WILD CARD che le consentirà di partecipare alla finale nazionale, indipendentemente dai risultati sportivi.
  • MATERIALE SPORTIVO per le prime 100 scuole iscritte al progetto, che hanno in essere una convenzione con una scuola calcio.
  • COMPLETI DA GIOCO per le scuole vincenti a livello regionale che disputeranno la finale nazionale a settembre 2020
  • MEDAGLIE per tutte le scuole partecipanti alla finale nazionale a settembre 2020
  • TROFEO per la squadra prima classificata

#valorinrete #ragazzeingioco #UnGiocoDaRagazze

Vai al Social Wall

CONTENUTI E STRUMENTI EDUCATIVI E CULTURALI

ORGANIGRAMMA DIGITALE

Le Scuole si organizzano come delle vere e proprie “SOCIETÀ SPORTIVE” creandone un organigramma

HIGHLIGHTS

Un tool interattivo per filmare le azioni più belle e intervistare i giocatori.

MEDIA PRESS

Un tool interattivo per scrivere e pubblicare un articolo stampa.

CORI E COREOGRAFIA

Due tool interattivi per registrare un coro e disegnare una coreografia da stadio.

Partecipa al progetto Ragazze in gioco

iscrizioni chiuse

REGOLAMENTO

FASI TERRITORIALI

Le squadre partecipanti sono composte ognuna da 10 giocatrici, 5 delle quali scendono in campo (4 giocatrici di movimento e 1 in porta).
Alle squadre che si presenteranno con un numero inferiore di atlete rispetto a quelle previste, sarà comminata la punizione sportiva della perdita della gara con risultato 0 – 6.
Per essere ammessi alla manifestazione, la scuola dovrà obbligatoriamente essere iscritta al progetto Valori in Rete – “Ragazze in Gioco”.
Nel caso di tornei con più partite nella stessa giornata, sarà possibile convocare un numero maggiore di alunne, inserendo un massimo di 10 ragazze in distinta per ogni singola gara. Tale possibilità sarà a discrezione del COL FIGC SGS.
Tutti i componenti la squadra devono obbligatoriamente essere inseriti nella lista (Modulo Gara).
Solamente per le fasi nazionali le ragazze dovranno essere in possesso della certificazione medico-sportiva agonistica.
Per le fasi provinciali e regionali valgono le normative di tutela sanitaria in essere per i Campionati Studenteschi.

Sono ammesse al torneo le ragazze nate negli anni 2006-2007-2008 (2009 in caso di studentesse in anticipo scolastico).

Per essere a tutti gli effetti componenti della squadra, le alunne devono vantare la frequenza scolastica alla scuola secondaria di I grado iscritta sul portale “Valori In Rete”.

La durata delle gare è di 40 minuti suddivisi in 4 tempi da 10 minuti ciascuno.

Soltanto tra il 2° e il 3° tempo, si effettuerà un intervallo di 10 minuti con inversione del campo.

Il campo di gioco ha le seguenti misure: lunghezza max mt. 42 min 25; larghezza max mt. 25 min 15.

Misure delle porte: altezza mt. 2, larghezza mt. 3. Le porte devono essere fissate al terreno.

Si gioca con un pallone di circonferenza massima di 64 cm minima 62 cm e del peso che varia da 390 a 430 grammi.

Si gioca su campi di calcio a 5, Palestre omologate o rispondenti ai requisiti tecnici di sicurezza oppure su campi di calcio a 11, dove verranno ricavati campi di calcio a 5 appositamente segnati con vernice bianca o delimitatori di spazio.

Resta inteso che le porte durante la manifestazione dovranno avere tutte le stesse misure.

Sia nel 1° che nel 2° tempo di gioco non sono ammesse sostituzioni se non in caso di infortunio.

All’inizio e alla fine del 2° tempo il direttore di gara dovrà verificare che tutte le atlete di riserva, non impiegati nel 1° tempo, siano state impiegate per disputare il 2° tempo di gioco per intero. Nel 3° e 4° tempo di gioco sono ammessi i cambi liberi.

Chi esce può rientrare, ad eccezione delle atlete espulse dal direttore di gara.

Fatti salvi i casi di infortunio, alla fine dell’incontro tutte le giocatrici devono aver giocato almeno un tempo, in caso contrario, alla squadra che avrà violato tale norma, verrà comminata la punizione sportiva della perdita della gara con il risultato di 0 – 6.

Le due squadre hanno la possibilità di richiedere un minuto di time-out per ogni tempo di gioco.

Il portiere deve indossare una maglia di colore diverso da quello dei compagni di squadra.

Le giocatrici non devono indossare alcun oggetto che sia pericoloso per se e per le altre giocatrici (catenelle, braccialetti, anelli, orologi etc.).

Si precisa che per la disputa delle gare non è consentito l’utilizzo di scarpe da calcio (tacchetti in alluminio, tacchetti lamellari o similari).
Sono consentite soltanto calzature tipo scarpe da ginnastica, scarpe di tela con suole in gomma o scarpe da Calcio a 5.

Per l’attività outdoor si consiglia l’utilizzo di scarpe per il Calcio a 5 outdoor, mentre per l’attività indoor si consiglia l’utilizzo di scarpe per il Calcio a 5 indoor.

È obbligatorio l’uso dei parastinchi.

Nei tornei con formula di girone all’italiana, in caso di parità di punti, la squadra che passa al turno successivo è determinata nell’ordine dai seguenti criteri:

  • in caso di parità tra due squadre, si tiene conto del risultato dello scontro diretto. In caso di ulteriore parità, si tiene conto della differenza reti ottenuta nel girone, in seguito del maggior numero di reti segnate, della classifica disciplina calcolata in base ai provvedimenti adottati nel torneo. Nel caso la parità persista, si tiene conto della minore età media delle giocatrici ed eventualmente, in caso di ulteriore parità, si ricorre al sorteggio;
  • in caso di parità tra tre o più squadre, si tiene conto della classifica avulsa tra le squadre interessate, calcolando i punti conseguiti negli incontri diretti. A parità di punti si tiene conto della differenza reti negli stessi incontri. Nel caso in cui due o più squadre interessate permangano ancora in parità, si tiene conto, nell’ordine, della differenza reti negli incontri diretti tra le squadre interessate, della differenza reti ottenuta nel girone, in seguito del maggior numero di reti segnate nel girone, della classifica disciplina calcolata in base ai provvedimenti adottati nel torneo. Nel caso la parità persista, si tiene conto della minore età media delle giocatrici ed eventualmente, in caso di ulteriore parità, si ricorre al sorteggio.
    Tutto questo in deroga all’ art. 51 delle N.O.I.F.

La classifica disciplina verrà calcolata tenendo conto dei punteggi indicati nell’apposita tabella riportata all’interno del Comunicato Ufficiale n° 1 del Settore Giovanile e Scolastico s.s. 2019/20 e consultabile sul sito www.settoregiovanile.figc.it

I punteggi sono così assegnati: 3 punti per la vittoria; 1 punto per il pareggio; 0 punti per la sconfitta.

Semifinali e Finale

In caso di parità al termine dei tempi regolamentari, verranno tirati 3 calci di rigore; in caso di ulteriore parità si proseguirà ad oltranza.

La direzione delle gare è affidata ai tecnici del Settore Giovanile e Scolastico della FIGC. Il Comitato Organizzatore Locale può determinare l’adozione di arbitraggio diverse, purché sia tra quelle già disciplinate dalla FIGC (es. Auto-arbitraggio).

Gli insegnanti e le alunne di ogni Istituto devono, all’inizio ed alla fine di ogni incontro, salutare il pubblico e stringersi la mano.

Per quanto non espressamente indicato, si fa riferimento al regolamento del Giuoco del Calcio a 5 della F.I.G.C.